Archivio

Archivio Agosto 2006

Gnela posso fa più

2 Agosto 2006 31 commenti

Ci siamo.
Lavoro oggi e domani.
Poi, fanculo tutti.
Non ne posso più, questo luglio allucinante, trascorso in un ufficio senza aria condizionata, mi ha devastato.

Il condizionatore si è rotto un anno e mezzo fa, d’inverno.
Feci presente la cosa al titolare, provai a farlo riparare ma è risultato troppo vecchio e andava sostitutito, il capo mi disse “ora è inverno, si arrangi con la stufetta, poi d’estate vedremo”.
E d’estate non abbiamo visto un bel ciufolo.
Qualche giorno fa, sempre lui, esce dalla sua stanza polare, dove pretende gli venga accesa l’aria condizionata al mattino presto, così che quando arriva la trovi sufficientemente gelida, entra nella mia, che sembra…non so, Naama Bay, per fare un paragone poco calzante, visto che qua è più caldo.
Appena entra da me, incazzato come un furetto:
“Carrie, ma dico io, si può sapere perchè non accende l’aria condizionata??!!”
Io, incredula:
“Perchè è rotta da un anno e mezzo?”
“E si può sapere perchè queste cose non me le dice?”
“Ma se le ho messo i preventivi di quello nuovo sul tavolo nel marzo 2005?”
“Vabbè, adesso mi chiami il Sig. Rossi”.
Come dire, ho detto na cazzata, ma non lo ammetterò mai.
Il nostro rapporto è fatto così. Dice, parla, fa, disfa, rompe i maroni, e io faccio da pungiball a tutte le sue storture e paturnie quotidiane.
Motivo per cui gli auguro di trascorrere l’estate più brutta della sua vita, di ustionarsi le chiappe tanto che dovrà farsi una plastica, di perdersi la figlia mentre è in crociera, di dover terminare anticipatamente le vacanze perchè sua madre, colta da un attacco di amnesia, verrà ritrovata in camicia da notte a Piazza Euclide senza sapere come ci è finita, perchè gli si allagherà la casa, perchè gli andrà a fuoco la Jeep parcheggiata in strada, perchè la ex moglie avrà una gravidanza isterica e avrà bisogno della sua assistenza, perchè la seconda ex moglie invece, colta da un attacco di gelosia, rivelerà alla sua attuale compagna che si vedono e si sentono ancora, perchè entreranno i ladri a studio e ruberanno solo il suo pc, la sua poltrona, e tutta la sua collezione di videocassette porno che lui pensa siano ben occultate nell’ultimo casetto del comò, ma io lo so che stanno lì. Tiè.

Buone vacanze a tutti:)))