Home > Argomenti vari > In quei giorni

In quei giorni

30 Maggio 2006


Chissà perchè, mi chiedo io.
Perchè alle mie amiche è concesso, quando si trovano “in quei giorni”, riposare sul divano colla copertina sulle gambe, bere tisane calde e guardare tutta la serie di “Lost” in dvd.
Coi mariti che gli porgono antidolorifici e riviste da femmina, o gli massaggiano i piedini, e men che mai si fanno venire in mente di richiedere inopportune prestazioni sessuali.
Perchè io, invece, mi devo gettare dalla mongolfiera proprio come quella pazza della pubblicità, perchè mi deve venire la voglia di ballare il tango come quella del salvaslip nero (ce vo coraggio, a compralli), devo andare lo stesso in piscina, devo sorridere, devo essere allegra, quasi simpatica, e devo tenere su il morale dell’uomo che ho accanto perchè lui, porello, a vedermi sofferente, si incupisce. LUI.
Io sto piegata in due come un ventaglietto del Mulino Bianco, e lui si incupisce. Ccisua.
Mai una volta mi fosse capitato uno che mi coccolasse un pò, che si fosse reso conto che in quei giorni non hai esattamente la voglia di giocare a guardia e ladri dentro e fuori casa e che, magari, ti roteano anche un pò le balle, visto che sei costretta, 3- 4 giorni al mese, a convincerti che il tampax è comodo, ad evitare gli abiti bianchi, ad andare a lavorare ugualmente sennò sembri una mollacciona, a sentirti uno stracchino del Nonno Nanni, allo yogurth, però.
Io no. E c’è da dire, non sono una di quelle che ha le crisi pre-durante-dopo mestruali. La mia ex collega, per dire, c’aveva le crisi di pianto. Che, sarebbe anche normale, in fase puberale, quando ancora non si è troppo abituate a sto pannolino tra le gambe che è scivoloso come un’anguilla.
Anche io le ho avute le crisi di pianto. Ma avevo ancora i peli sui polpacci, le champ lilla e il telefono a disco rosa. Avevo 16 anni.
Lei di anni ne ha 45.
Oppure, c’è chi diventa isterica, nervosa, intrattabile. Ecco, questo tipo qui, immancabilmente, ha vicino un compagno che la culla, la vezzeggia, la tratta a modino, per farla tornare nei binari.
Io non divento nervosa, sono tranquilla, serena, solo un pochino sofferente, manco tanto, per carità, c’è chi non può alzarsi dal letto, me ne rendo conto, ma ecco, magari di giocare a occhi di gatto saltando dagli armadi non va neanche a me.
Loro, gli uomini, non lo capiscono.
Vet poi, che è iper-attivo, come potrebbe mai concepire che ci si possa fermare, anche solo per due giorni al mese? Non può. Quindi, in quei giorni, la nostra vita si svolge uguale uguale. Andiamo al mare (io cerco riparo sotto grandi cappelli retrò), andiamo a passeggio, a pattinare, al parco in bibiletta (il sellino non ve lo vojo manco raccontà…), ci si sveglia presto, non si soggiorna sul divano come io agognerei ma, nei casi più sfigati, si va anche a ballare salsa.
E’ così.
Due settimane fa.
Lui:” certo però eh, che te ste mestruazioni te le fai venì sempre nel week end”.
Eccerto. Già perchè so radiocomandate, no?
Ho cercato di spiegargli che, se si assume un contraccettivo, il giorno de quo è sempre il medesimo, tutti i mesi. Dovrei sfalzare tutto per farlo cadere, non so, di lunedì, anzichè di venerdì. Ma, avevo deciso di farlo cadere di venerdì, nella vana speranza di poter riposare nel week end, piuttosto che venire a lavorare sofferente e poi, magari, andare anche in piscina. No? No.
Così, io che sono donna e valgo, ho risposto sprezzante: “ma tesoro, guarda che io sto benissimo, possiamo fare quello che vuoi eh”.
Non l’avessi mai detto.
Venerdì sera: salsa.
A casa, verso l’una, mi sono maledetta, avevo le gambe mollicce come una purea di mela, ma ho resistito.
Il giorno successivo, si va al mare. Che culo!
Noi, che andiamo sempre a casa di certi amici, dotata di tutti i confort, proprio quel giorno optiamo per il mare-nature: spiaggia libera. Evvai! Niente ombrellone, niente lettino, fortuna che il tutto è durato solo tre ore. E, per chiudere degnamente il pomeriggio, partiamo!
Come quelli coi problemi ai polmoni, dal mare ci spostiamo alla montagna!
Un’oretta e mezza di macchina (già è tanto che non mi ha chiesto di guidare), e siamo alla sua casetta della pensione.
Almeno la serata si preannuncia tranquilla. Un film in dvd, e ninna.
Però, stremata, alle 21 mi sono dovuta ubriacare per mettermi beatemente a dormire sul divano.
Domenica, Vet tira fuori dal cappello un’idea degna di pregio: tour dei paeselli umbri! Siii, non vedevo l’ora!
Con un caldo infernale, abbiamo girato a piedi tutto questo ameno luogo bucolico, ovviamente arroccato su un colle, fatto solo di salitelle, di sampietrini, di stanchezza.
Mentre arrancavo sugli irti colli, sempre con un sorriso stoico, ho avuto varie apparizioni di santi e madonne, credo qualcuno mi abbia anche svelato il segreto di Fatima.
Finalmente, arriva l’ora di pranzo. I due ristoranti del posto sono tutti pieni perchè c’è un matrimonio ed un battesimo. Ettepareva.
L’unico posto dove mangiare qualcosa è una pizzeria al taglio. E vabbè, la mia collega craniolesa si sarebbe rifutata di pranzare in un posto che non fosse l’Hilton, mi dice sempre che sono troppo arrendevole.
Ma io avevo fame, e avevo bisogno di sedermi, disperatamente.
Così, entrati nella pizzeria, abbiamo ordinato, e mentre la ragazzetta scaldava il tutto, io mi sono diretta verso un tavolo libero, come fosse un’oasi nel deserto, con la bava alla bocca.
E Vet mi ha rimproverato perchè “deve fare sempre tutto lui”.
In sostanza, non avevo preso nulla, e gli avevo lasciato vassoio, bicchieri, acqua, tovaglioli, tutto sul bancone, così che li portasse lui.
A quel punto, si.
E’ successo.
E’ scattato il vaffanculo.
Cioè, in tre giorni mi hai fatto fare la triade “salsa, mare e scalata dell’Everest”, non mi sono mai lamentata, ti ho anche gratificato sessualmente e te lamenti perchè devi da portà il vassoio?
Mavampòammorìammazzato!

La decerebrata, pensate, la scorsa settimana ha piantato uno in un ristorante perchè ivi servivano solo crostacei, e lei detesta i crostacei, eppoi l’arredo dei luoghi non era consono all’eleganza di ella medesima.
Lui le è corso dietro…ma nzarò io che sbajo?

  1. dani
    30 Maggio 2006 a 13:28 | #1

    Vedi Carrie…la jella è esclusivamente una. Bisogna nascere rospi. Non rospi nel senso di poco carine, bensì rospi rospi..quelli che fanno cracra. Perchè loro, quando vogliono, posso cambiare sesso.
    Ecco quale dovrebbe essere il desiderio dell’emancipazione femminile del nuovo millennio. Non il lavoro, la carriera, bla bla bla. No. Io voglio diventare rospo. :-)

  2. margot
    30 Maggio 2006 a 13:35 | #2

    Cruda e brutale: sì. Ha ragione la decerebrata, sei troppo arrendevole.
    Il primo giorno non conosco nessuno, non penso nessuno, non vedo nessuno. Lavoro perchè sono costretta, ma per il resto… gna faccio, e non me ne frega niente di provare a farcela. E rivendico il sacrosanto diritto di essere isterica e intrattabile.
    :p

  3. Lisa
    30 Maggio 2006 a 13:38 | #3

    “in quei giorni” lancio fulmini dagli occhi
    ho solo un unico vocabolo
    _vaffanculo_
    me gonfio come nà mongolfiera
    me se allisciano i capelli
    l’impulso sessuale è pari alla gioia di votare berlusconi
    e se vedo nà finestra aperta ciò l’impulso de fà batman
    quindi quando ciavevo n’omo vicino
    era mejo se se ne annava
    e se solo provava a massaggiarmi i piedi
    se ritrovava senza denti
    per me, te sei n’eroina

  4. LaPiccolaIena
    30 Maggio 2006 a 14:47 | #4

    la decerebrata è sempre più il mio mito..cioè lei sì che è una donna emancipata!

    piena solidarietà con te cara carrie, con l’unica eccezione che durante il primo giorno, dopo il quarto antidolorifico, un vaffa com’è come non è parte..sei veramente troooppo paziente cara mia! guarda che gli uomini non vanno abituati troppo bene..

  5. mqp
    30 Maggio 2006 a 15:27 | #5

    tesora, secondo me anche quelle rare occasioni che te scatta il mavaffa sei troppo buona comunque.
    Ne so qualcosina-ina-ina.
    Anche del sellino della bici, delle mestrua in moto su strade tortuose, ne so qualcosa.
    anche di cercare di farsi andare sempre bene tutto. A NNOIATRE!
    Sì! Siamo noi che sbagliamo. AMMENN

  6. Medea
    30 Maggio 2006 a 15:42 | #6

    Non è che sbagli, ma almeno col vaffanculo ti sei riscattata…
    Quanno ce vò, ce vò..
    Bacio!

  7. krisalide
    30 Maggio 2006 a 16:22 | #7

    …a sti uomini che c’hanno un bel dire…e la fanno tanto facile…e non sono mai contenti….io proporrei “UN GIORNO DA CICLO”!
    Ehmmm…nel senso pieno del termine…cioè:
    farsi una lunga pedalata sotto il sole e la calura estiva…senza paraualle…ma con un lines uuuuuuuuultrasottile…abbondantemente bagnato…indossando uno zaino pieno del necessario (non dovesse mancare niente!) per passare l’intera giornata fuori…
    Il tutto…solo…dopo aver ricevuto un pugno…ma fooooorte…nello stomaco…e con la consapevolezza che di ritorno li aspetta la loro donnina vogliosa…e pronta di tutto punto (dopo essersi ben riposata) ad andare a ballare la salsa…fino all’alba.
    kris (w la parcondicio!)

  8. pea_carl
    30 Maggio 2006 a 16:39 | #8

    è inutile,gli uomini non capiranno mai…nulla intendo….
    però io sinceramente uno che mi corre dietro solo perchè sono così lesa da scappare da un ristorante con motivazioni futili non lo vorrei…..

    te sei decisamente troppo accomodante, ok che non dobbiamo fare quelle che si rotolano per terra dal dolore, ma un minimo…..
    e per fortuna che io sono moooolto contenta per come passo “quei giorni”, un aulin il primo giorno e continuo la mia vita, allenamento, gare, serate fuori…se posso evito solo il mare! e non trovo manco scomodi i tampax…..so di essere fortunata!!

    e se solo gli uomini sapessero quello che passiamo in queste e altre mille occasioni….altro che massaggi ai piedi!!

  9. vita_amorale
    30 Maggio 2006 a 16:57 | #9

    uhmmm ..un sinistro in mezzo agli okki…e la parola accomodante sarebbe sparita dal suo e dal tuo vocabolario..

  10. Pat
    30 Maggio 2006 a 18:21 | #10

    Amica mia der core,
    tra la decerebrata che fugge dal ristorante non consono e te che non batti (quasi) mai ciglio c’e’ una comoda via di mezzo: la famigerata FREGNAMOSCIA.
    Non dobbiamo dimostrare niente a nessuno.
    Vieni a lezione da me ;) e’ questione di modo di porsi: se ti comporti da wonder_woman verrai trattata da wonder_woman!
    Baci

  11. crasi
    30 Maggio 2006 a 20:30 | #11

    Mi sono consolata per la tua ex collega 45enne che ha crisi di pianto perchè me succede pure a me!
    Poi anch’io rivendico come Marg il sacrosanto diritto ad essere irritabile e nervosa.
    In ultimo mi associo a lisa nell’unico vocabolo che fa parte di quei due giorni.
    Insomma non ho una personalità ben definita però io ho visto Vet per cui, cara CAttiesorellamia, lo capisco perchè il vaffa t’è uscito solo dopo salsa-mare-montagna-sesso-paesiniumbri!

  12. Disastro
    30 Maggio 2006 a 21:27 | #12

    Io sono una di quelle che sta malissimo. Lui mi coccola-VA….
    Giuro che in questi giorni sparisco! ;-) DevoDevoDevoDevo

  13. istericamaltrombata
    31 Maggio 2006 a 12:13 | #13

    AHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAAHHAHAAHHA…coccole e carezze??? Ma dove sono questi esseri disneyani? La mia dolce metà, nel week end del ciclo, si segna la data sul telefonino e con la scusa: TANTO SEI INTRATTABILE E PREFERISCI STARE SOLA, si defila tipo cetaceo moribondo sul divano e si spara una full immersion di sky, mentre si lascia spegnere cerebralmente.

  14. sex.and.thecity
    31 Maggio 2006 a 13:17 | #14

    dani: ah quanto mi piacerebbe essere uomo almeno per un giorno!

    margot:devo provarci anch’io, ma so gia che il vet non me lo farebbe fa!

    lisa: l’immagine di te che fai batman mi riskiara tutta la settimana;))

    iena: e quanto c’hai ragione. viecce te a discute co vet, poi quando gli dirai che conosci naomi….!!!va pazzo per quella fetta de pane e nutella!

    mqp: d’accordo, mavete convinto, dal mese prossimo scatta l’operazione vaffanculo:)

    medea: troppi ie ne vorrei di!

    kris: si io li farei anke partorire!

    pea:gare? ossignore!!!!

    pat:w la fregnamoscia! ahahahhahahah

    crasi: sorella mia, tu me poi capi!!!! sorella di ormoni!!!

    disatro: dici che è mejo se resto a casa mia?:)

    linguebiforcute: beh tanto gli uomini a spegnersi cerebralmente sai quanto ce mettono…du secondi!

  15. il Gaggio
    31 Maggio 2006 a 13:49 | #15

    te do na dritta

    la lisona che stà a raccontà nsacco de fregnacce

    tacci sua!

  16. Disastro
    1 Giugno 2006 a 0:18 | #16

    assolutamente no!Magari solo in quei giorni :-) )

  17. filo rosso
    1 Giugno 2006 a 2:05 | #17

    Sì, però, anche tu, fare cadere il ciclo proprio di venerdì… così sei limitata un week-end su quattro!
    E fallo cadè di lunedì, pijate ‘na pasticca e vai al lavoro, no…?
    (Certo che il tuo fossile salutista non merita, però!)
    baci, filo rosso

  18. krisalide
    1 Giugno 2006 a 13:13 | #18

    Ciao bellissima….
    approfitto di sto giro per augurarti un buon lungo weekend!! (Oh…a proposito del tuo post…spero non sia quello…di “donna avventura”)
    Bacioni
    kris

  19. pea_carl
    1 Giugno 2006 a 13:44 | #19

    eh già…per fortuna non è capitato spesso ma a volte devo fare delle gare, o delle esibizioni…in body ovviamente….!!

  20. spumabionda76
    1 Giugno 2006 a 17:30 | #20

    Le decelebrate vincono sempre e manco se ne rendono conto,questo è quello che mi fa incazzare di più!!!
    Quello che odio di quei giorni è gratificarlo sessualmente,io soffro e tu soffri con me,punto!
    Baci
    Spuma

  21. e-vane
    2 Giugno 2006 a 1:26 | #21

    Io a uno così il vaffanculo, durante quei giorni, in stereofonia glielo farei sentire e, nel caso fosse sordo, accompagnato pure da dito medio chiarificatore…

    Mr. Alb sa bene che è il caso di prendermi con le pinze e, nel caso sbroccassi un attimo, lasciarmi perdere, soprattutto se straccio le pagine gialle con un colpo solo….

    Hulk a me mi fa un baffo…
    ;)

  22. claude
    2 Giugno 2006 a 14:01 | #22

    Ciao Carrie, difficile dire chi ha torto e chi ha ragione..

    Ciao!

  23. b.
    2 Giugno 2006 a 22:02 | #23

    :) !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  24. Amfortas
    4 Giugno 2006 a 11:09 | #24

    Vorrei avere io le mestruazioni: in cambio ti passo le mie ernie del disco ok?
    Ciao :-)

  25. piz
    4 Giugno 2006 a 22:08 | #25

    ma, io in quei giorni non cambio niente, non m elo posso permettere. lavoro figlia mestieri ecc. mi sento una mongolfiera e vorrei avere una crisi isterica ogni minuto ma ahimè non me lo posso proprio permettere…

  26. sex.and.thecity
    5 Giugno 2006 a 12:27 | #26

    disastro:
    parlavo di quel we infatti!

    filorosso: da questo mese invertirò tutto;))

    kris:buona settimana;)

    peacarl:maronna!

    spuma:se, fosse cosi facile…;)

    evane: vedi? tutto sta bnell’abituarli.

    claude: io, ovviamente;)

    barbara: ciao un saluto

    amfortas: me tengo er ciclo.

    piz:il problema delle madri di famiglia!!!

  27. sugarcim
    7 Giugno 2006 a 19:21 | #27

    Quando ci vuole un bel vaffa non si nega a nessuno e il tuo vet se l’è proprio cercato.

  28. ky
    7 Giugno 2006 a 22:12 | #28

    potessero venire a loro così capirebbero?!?
    ……ciao carrie!

  29. laCri
    8 Giugno 2006 a 23:01 | #29

    Ma … ma… stellina… non ci credo…
    ok che quando lui lava il pavimento ti costringi a stare appollaiata sul trespolo per non innervosirlo…
    ok, che circoscrivi il più possibile la tua presenza per non creare disordine nella sua casetta…
    ok, che non lasci le tue cose a casa sua per il timore che, in qualche strano modo recondito, lui possa pure lontanamente immaginare che la convivenza è una bella cosa…
    ok tutto…
    ma …
    ti prego!
    ti scongiuro…
    nooooo

    la superdonna proprio nei giorni del ciclo, per dimostrargli che lo sei, nooooo….
    Tu sei fantastica anche se, per un w.e. al mese, ti sdrai sul divano, con le tapparelle socchiuse, l’aria fresca che circola per casa e la mascherina sugli occhi che trai beneficio dal buscofen che ha dato tregua ai dolori mestruali!!!

    Vai al link del sito che ti ho indicato… sorprese soprendenti!

  30. uazzettina
    9 Giugno 2006 a 12:55 | #30

    Concordo con Spuma… come dico sempre “c’è un dare ed un avere”. Quand’è che prendo?!??!!
    Scherzi a parte, mi fai sempre morire…

    Buon weekend!

  31. Lisa
    9 Giugno 2006 a 13:35 | #31

    aò.
    me levi stò pannolone che nun je la faccio piu?

  32. chiara
    10 Giugno 2006 a 21:18 | #32

    E’la prima volta che passo di qui, attirata dal titolo visto che adoravo “Sex 6 the city” e soprattutto Carrie! Eccoti accontantata: io sono una di quelle che in quei giorni ha la lacrima nel taschino… piango per ogni cosa e ti assicuro che è un gran casino quando sei dal fruttivendolo con gli occhi lucidi e lui pensa che sia perchè gli hai chiesto le ciliege e ancora non le ha… la gente ti prende per matta! Tu mi dirai che, per la tua teoria, io devo assolutamente possedere un ragazzo massaggi&carezze… per carità, no nego l’evidenza, in quei giorni è molto comprensivo… Non fosse che è semplicemente pigro e a stare sul divano gli fai un piacere! Insomma… tu invidi le mie coccole…e io i tuoi weekend mare e montagna… facciamo a cambio? ;p

  33. jorish17
    12 Giugno 2006 a 18:42 | #33

    ehi…non ho mai conosciuta una che sta male per le sue cose! Le mie amiche sembrano dei Rambo in quei giorni…e fanno una paura quando si scatenano!!!

  34. ncià
    13 Giugno 2006 a 3:16 | #34

    ogni tantu mi piaci liggiriti ciau mò suò

  35. vita_amorale
    13 Giugno 2006 a 17:21 | #35

    sei nel mio post…

  36. nns
    14 Giugno 2006 a 1:12 | #36

    ahò: ma te sei ‘ncantata difronte a sto pannolone?

  37. sex.and.thecity
    14 Giugno 2006 a 12:23 | #37

    sugarcim: enfatti se l’è preso:)

    ky: magari gliele farei durare 8 giorni:))

    lacri: è ke fare la dura rientra nel mio dna:)
    anke se sono alta un metro e 20.

    uaz: un bacione

    lisa: mo, mo, nattimo

    chiara: io vorrei entrambi dici che è troppo? ;)

    jorish: fanno finta.

    ncià: e alluru torni presta

    vitamoreale: carinissimo il post:)))

    nns: ekkime, arivooooo

  38. romont
    15 Giugno 2006 a 15:28 | #38

    eheh che forte che sei, complimenti!!!!!!!!!!!

    Passa nda me se ti va.

    Un abbraccio

    Roberta

  39. pabel
    22 Giugno 2006 a 3:07 | #39

    i gg no!
    mi ero conquistato, il premio dolcezza dalla mia ex grazie a quei gg, nn sempre siamo insensibili e che talvolta siamo troppo animali che ci vuoi fare, siamo uomini non esseri perfetti!!!

  40. Darkeyes
    18 Luglio 2006 a 20:05 | #40

    Si magari il problema fossero solo quei giorni!
    Gli uomini non capiscono gli sbalzi d’umore, la pressione che sscende all’improvviso nemmeno fosse lo space vertigo di gardaland, le gambe gonfie…anch’io faccio la stoica come te, tengo duro e sorrido ma, in qualsiasi giorno del mese, c’e’ sempre qualcuno che incalzato da una mia battuta mi dice ” ma cos’hai oggi? le tue cose? Potevi startene a casa!”
    Io vorrei vederli gli uomini mestruati! hanno sempre da criticare e mi piacerebbe fargli provare la sensazione una volta… ma sarebbe inutile, stiamo parlando di “uomini”, quelli che con la febbre a 37 restano a letto agonizzanti…

  41. chiararessico
    12 Agosto 2006 a 0:05 | #41

    Devo dire che leggendo questo post mi sono immedesimata un po’ in te… sarà che sono in quei giorni? A me capita di star male i primi due giorni, poi per fortuna niente.. e intendo mal di schiena, di testa che non passa neanche con le cannonate. Oggi mi si è pure abbassata la pressione (non mi era mai capitato in questi giorni), per fortuna che ero dalla sarta con mamma, che tiene sempre dietro il Rescue dei fiori di Bach, quattro gocce, qualche minuto seduta e poi son potuta tornare a casa.. io non prendo niente, ma di solito spero anch’io mi vengano nel we così mi posso riposare e trasformarmi in un ghiro per due giorni. Anche perchè, come dici bene tu, ci sono un po’ di scomodità non indifferenti in quei giorni.. già è fastidioso dover lavorare, figuriamo fare le arrampicate sui colli o ballare tutta la sera o altro! La prossima volta fuggi da qualche parte.. se ti va di fare un salto a Parigi ti do asilo politico!

  42. torrepreziosa2001
    12 Giugno 2007 a 3:01 | #42

    ero disperata e giuro che ora stò ridendo come una pazza…

I commenti sono chiusi.